Categories
Flash

Migrazioni telefoniche

Inizia oggi la seconda fase della mia migrazione telefonica da Vodafone a Tre.
Sin ora ho girato con due telefoni in tasca, usando il Vodafone per ricevere e il Tre per telefonare. Il motivo di tale duplicità è che il mio numero vodafone ce lo hanno in tanti e che è stampato sui biglietti da visita. Quindi non posso spegnerlo da un giorno all’altro. La portabilità da Voda a Tre non mai stata effettuata e nel frattempo molte persone hanno memorizzato anche il nuovo numero. Pertanto ho deciso di passare al nuovo e lentamente spegnare il vecchio. Da oggi il Vodafone lo lascio a casa, quindi se mi chiamate li non aspettevi una risposta celere. Richiamerò io appena possibile.
Lo spegnimento avverrà nel mese di giugno, pertanto se vi interessa avere il mio numero nuovo inviatemi una email e ve lo comunico.

Categories
Lavoro

Presenza o persistenza?

Alcuni amici hanno diversi account su Skype, MSN, Gtalk. Allo stesso modo hanno diversi telefoni cellulari ed altrettanti numeri di telefono. Mi dicono che differenziare gli account e i numeri serve loro per impedire agli scocciatori di raggiungerli durante le ferie o fuori orario.

Io ho sempre preferito convergere tutta la mia presenza su un unico account per ogni servizio, e se fosse possibile condenserei tutti i servizi in uno solo. Vedo la presenza sui vari servizi come la rappresentazione di me, un po’ come il profilo di Facebook e non riesco a differenziare la mia persistenza a seconda dell’ora del giorno o del giorno della settimana.

Riesco solo a decidere se sono connesso al mondo, e allora accendo il telefono e mi collego a qualunque cosa riesca a collegarmi, oppure non ci sono e spengo tutto. Se non ho voglia di parlare con qualcuno non ci parlo, declinando gentilmente per mancanza di tempo, o semplicemente non rispondendo.

Stessa cosa per l’email. La ridondanza di account la uso solo per sopperire all’incertezza di funzionamento. Se non mi arriva qualcosa sulla mail principale la faccio rispedire su una delle secondarie. Ma non divido l’email di lavoro da quella personale. Per me tutto è personale, anche il lavoro.

Sarebbe bello se qualcuno volesse condividere con me la sua opinione nei commenti. Grazie in anticipo a chi vorrà farlo.

Categories
Amici Humor

Gli ultimi saranno i primi

plane
Image by myjavamania on

Nonostante il mio volo per Lamezia Terme fosse in partenza alle ore 15.40, ho deciso di arrivare in anticipo all’aeroporto di almeno un paio di ore, durante le quali ho potuto:

  • Lasciare il telefonino nella macchina del mio amico, non sul sedile dove lui se ne poteva accorgere subito, ma da qualche parte sul tappetino dove chiaramente non se ne sarebbe accorto mai
  • Accorgermi di aver dimenticato il telefono nella macchina e iniziare a correre nervosamente su e giù per l’aeroporto come una gallina senza testa.
  • Ricomporre il mio decoro e cercare una soluzione
  • Ricordare che all’università usavo incidere il numero di telefono del mio miglior amico sui banchi e nei cessi, cosicché a distanza di anni me lo sarei ricordato a memoria se ne avessi avuto bisogno (questa è la motivazione ufficiale…)
  • Implorare ad una serie sconosciuti di poter scroccare loro una telefonata per raggiungere il mio amico
  • Essere evitato peggio dei punkabbestia di via Zamboni da tutti coloro a cui chiedevo una talefonata
  • Trovare l’unico telefono a monete funzionante in tutto l’aeroporto
  • Chiamare il mio amico e farlo tornare indietro
  • Recuperare il telefono
  • Fare una fila lunghissima per il check-in dato che ero l’ultimo
  • Farmi sgridare al varco di sicurezza perchè non avevo estratto il portatile dalla borsa prima di infilarlo nel forno a microonde
  • Arrivare al gate sudato come Stive Ballmer alla convention degli sviluppatori Microsoft e salire allegramente sul pulmino per ultimo
  • Quindi di conseguenza salire sull’aereo per primo, dato che il pulmino non aveva le doppie porte e usava un protocollo LIFO per immagazzinare i viaggiatori.