Categories
Amici Filosofia FrontPost Geek Lavoro News Politica

Girl Geek Dinner: La cena dei cretini – La conferma

Qualche settimana fa sostenni la tesi di come la prima Girl Geek Dinner italiana sarebbe stata un degno paragone alla “Cena dei Cretini” di Francis Veber.

Questa sera, partecipandovi, ne ho avuto la piena conferma. Ma passiamo alla cronaca vera e propria.

Categories
Geek Lavoro Links News

Nokia N800 – nsFAQ (not so Frequently Asked Questions)

n800.jpg

Riporto in ordine sparso le domande che in queste settimane ho ricevuto riguardo al mio nuovo compagno di viaggio, il Nokia N800.

Categories
Geek Links News

FizzBuzz – Come te la cavi?

Vi dico un segreto: pare che i programmatori non sappiano programmare.

Questo è pressappoco quello che emerge da uno degli ultimi articoli apparsi su coding horrors.

Un articolo molto dibattuto che ho visto riapparire su molti dei feed che seguo quotidinamanete; per esempio su quello di DElyMith.

Successivamente alla pubblicazione di questa scottante verità, il suddetto blog è stato intasato da così tanti commenti che si è visto costretto a chiudere la sezione apposita, collezionando 190 repliche via technorati in meno di 36 ore. La cosa è stata talmente dirompente da scatenare le ire di molti che hanno voluto dimostrare il loro valore mediante frammenti di codice veramente interessanti.

Riassumendo, si sostiene che moltissimi programmatori, sedicenti esperti, se messi di fronte a problemi molto semplici, non siano in grado di trovare gli algoritmi idonei e di conseguenza non siano in grado di produrre il codice necessario allo svolgimento della soluzione.

Vediamo l’esempio principale:

Scrivere un programma che stampi i numeri da 1 a 100. Al posto dei multipli di tre stampare “Fizz” invece del numero e al posto dei multipli di cinque stampare “Buzz”. Per i numeri multipli sia di tre che di cinque stampare “FizzBuzz”.

Molti programatori sarebbero capaci di scrivere questo programma in un paio di minuti. Qui viene il bello: La maggioranza dei laureati in informatica non è capace. Inoltre molto programmatori esperti impiegano più di dieci-quindici minuti per scrivere una soluzione.

Nel mio piccolo, mi sono messo alla prova, raccogliendo la sfida e provando a realizzare il codice incriminato.
Ho chiuso tutte le finestre sul mio destop, ho aperto solo un terminale bash e con VI ho cercato di scrivere il codice incriminato in java.

Ho cronometrato la mia prova dal momento in cui ho aperto VI al momento in cui il mio programma ha stampato correttamente la soluzione al problema.

Ho impiegato esattamente 5 muniti e 9 secondi per scrivere il codice adatto.

Io ho scelto java, ma qualsiasi liguaggio è adatto al test.
Voi quanto tempo ci mettereste a risolvere il problema?

Categories
Geek

Google Earth Wiimote Control

Wiimote - Earth

I wrote this script to control Google Earth with my Wiimote.
Feel free to download, use, edit end redistribute my script.

Google Earth Wiimote Control Script (requires GlovePIE 2.4 or higher)

Categories
RavennaLUG

What’s His name? His name is Linux

Questo video mi piace molto, l’ho pubblicato anche sul sito del RavennaLUG

Categories
News

Software Libero e Open Source (reprise)

Questa mattina ho esposto in aula, durante la lezione di Diritto di Internet, il mio lavoro di ricerca in merito alla differenza tra Software Libero e Open Source nell’ambito delle licenze software e del diritto d’autore.

Qui è possibile scaricare la mia ricerca

Categories
Lavoro Politica RavennaLUG

Una storia da finire

Mi sono interrogato molto se fosse il caso di affrontare questo tema sul mio blog e dopo alcuni giorni e molti pensieri ho deciso che non potevo evitare di parlarne.
L’associazione di cui faccio parte e che mi ha affidato la propria rappresentanza in veste di presidente, si chiama Free Software Alliance.
Tutto è nato una decina di anni fa a Cervia quando insieme ad Enrico Rubboli ho iniziato a seguire i lavori di un’altra associazione che si chiamava ALU. Era un’associazione informatica popolata da giovani smanettoni che un po’ per gioco un po’ per passione si ritrovavano alcune sere alla settimana per affrontare i più disparati temi di carattere informatico, elettronico e tecnologico.
Con il tempo ALU è diventata un’associazione di videogiocatori e la nostra attività, più orientata al software libero, si è spostata da Cervia a Ravenna.
Abbiamo cambiato diversi nomi (RaLUG, Sinapse, RavennaLUG, ecc) ma alla fine abbiamo deciso di fondare qualcosa di serio con il nome Free Software Alliance.
Puntualmente, ogni anno, verso la fine di novembre abbiamo organizzato il Linux Day a Ravenna e da un paio d’anni a questa parte abbiamo organizzato conferenze, seminari, rassegne.
Circa un’anno fa è iniziata la nostra collaborazione con il C.S. Spartaco e finalmente ci è stata offerta ospitalità fisica per l’associazione.
Devo ammettere che vivere in un Centro Sociale, soprattutto all’inizio è stato di difficile gestione per gente abituata a realtà completamente estranee a quella che ci avrebbe ospitato. Sono state sollevate alcune critiche da parte di alcuni soci, relativamente al politicizzarsi della nostra associazione e al fatto che un C.S. dovesse necessariamente dare una connotazione politica al tema del Software Libero che invece merita la totale apoliticizzazione.
Queste critiche però sono state sollevate da persone che avevano poco da insegnare ad un’associazione come la nostra, dove la collaborazione, la solidarietà e il sostegno si manifestano in modo palese. Oltretutto dentro al C.S. ci siamo sempre trovati bene e ci è sempre stato concesso di fare ogni tipo di iniziativa avessimo ideato. Gli spazi erano adeguati e non c’è stato nessun tipo di forzatura ideologica.
Per questa ragione negli ultimi tempi è sorta l’esigenza di concretizzare ancora di più il legame con Spartaco. Si è deciso di progettare e realizzare un’aula informatica, attrezzata con computer di recupero e collegata ad internet in modo da soddisfare bisogni condivisi. Spartaco avrrebbe avuto qualcosa in più da offrire ai suoi ospiti, la nostra associazione avrebbe avuto un luogo ottimo dove svolgere la propria attività e il lavoro comune durante la fase di realizzazione sarebbe stato un buon collante per le nostre realtà associative così diverse.
Nelle scorse settimane abbiamo fatto un paio di riunioni per creare il team che si sarebbe occupato del progetto e della realizzazione. I compiti erano stati assegnati e ognuno di noi era pronto ad iniziare la propria opera.
Eravamo entusiasti.
Poi è successo qualcosa. Qualcosa di brutto. Molto brutto…

questa storia non è finita, è solo sospesa. Io spero che il finale arrivi presto e che sia dei migliori

Categories
Geek Lavoro

Il mio ipod è libero

Qualche mese fa avevo provato ad installare linux sul mio ipod.
Fù un’esperienza molto interessante da un punto di vista tecnico ma un po deludente per quanto riguardava l’ergonomia e la fuzionalità durante l’ascolto di musica.
Oggi ho provato Rockbox.
Il risultato è straordinario.
Credo proprio che non tornerò indietro e anche il mio ipod continuerà ad eseguire software libero.

Categories
Geek Politica

DRM? no grazie.

Per quale motivo dovremmo opporci alla diffusione del DRM?

Questi sono alcuni motivi che mi portano a dire: “DRM? no grazie”

Categories
Uncategorized

Software Libero e Open Source

Molto spesso succede di confondere il concetto di Software Libero e quello di Open Source.
Intercambiare i due termini, può essere condivisibile in moltissimi ambiti ma per correttezza e precisione sarebbe meglio non confonderli mai.

Ho realizzato questo documento con l’intento di sciogliere alcuni nodi fondamentali in merito a questa questione.

Non è una battaglia ideologica ma una necessità di chiarezza.
Così come in economia non è giusto confondere le azioni con le obbligazioni, in medicina confondere anatomia e fisiologia, in biologia confondere DNA nucleico e mitocondriale, non trovo sia giusto confondere Software Libero e Software Open Source.

Buona lettura.

Software libero e Opensource

Collegamenti utili: