eTourCamp – Come ve lo racconta un informatico

eTourCamp
Picture by etourcamp on Flickr

Partenza

Dato che stavolta viaggiavo da solo sono riuscito a non far innervosire nessun compagno di viaggio partendo in ritardo. A dire il vero non ero in ritardo quindi un ipotetico compagno i viaggio non si sarebbe innervosito. Oppure avrebbe avuto un altro motivo per innervosirsi. Ho ritirato le magliette per Intruders.TV e alle 14 di venerdi 2 novembre sono partito alla volta di Lugano.

Senza scalo

iPod a manetta collegato all’autoradio, GPS acceso dalla partenza all’arrivo, veicolare bluetooth e telepass hanno creato uno schermo elettromagnetico alla sartomobile, tale che non sono stati necessari scali e il viaggio è stato morbido e continuo da Ravenna a Lugano. Solo la dogana mi ha messo in apprensione e giungere a Lugano all’ora di punta mi ha incanalato in un ingorgo svizzero meravigliosamente ordinato.

Dogana

Dati i trascorsi di Elena e dato che non ero mai stato in svizzera prima d’ora ero un po’ in apprensione per quanto riguardava le procedure doganali. Ma dopo una rapida telefonata alla mia consulente internazionale, specializzata nel tragitto Ravenna-Lugano, ho scoperto che ben più importante è evitare di prendere l’autostrada svizzera, se non hai intenzione di abbonarti a tale servizio. Pertanto sono uscito dall’autostrada prima del confine e ho affidato le mie sorti all’elettronica che fedele come al solito mi ha condotto a destinazione.

Guidare mi fa bene

Senza ombra di dubbio, guidare mi fa bene. Ho tempo da dedicare alla meditazione e alla elaborazioni di idee che normalmente rimangono in lista di attesa superate nell’ordine da: leggere i feed, leggere la posta, mangiare, controllare ancora i feed, di nuovo la posta e grattarmi le terga. Dato che in macchina mancano sia i feed che la posta e che le terga sono ben salde sul sedile, le idee trovano un momento propizio per essere elaborate e comporsi in costrutti complessi che potrebbe persino concretizzarsi in qualcosa di utile.

Pare che questa volta sia così. Durante il tragitto automobilistico, le buche dell’autostrada hanno movimentato i liquidi coibentanti della mia corteccia cerebrale e tale rimescolio ha sintetizzato una idea interessante.

O sei parte della soluzione o sei parte del precipitato“, direbbe un mio amico chimico. La curiosità è quando il precipitato, è proprio la soluzione ad un problema annoso.

eTourCamp

Che dire. Questi ragazzi sono italiani ma precisi come gli svizzeri che popolano gli stereotipi. Il mio talk era previsto per le ore 15, subito dopo la pausa pranzo. Alle ore 15 e 2 minuti primi finivo di intervistare Gaspar e già si era scatenato un putiferio organizzativo perchè non mi si trovava. Mai essere in ritardo quando sei in svizzera. Neanche per scherzo. Mai.

Grazie a tutti

Il barcamp è stato bello e divertente. Magnificamente organizzato dalla falange svizzera della blogosfera italiana in collaborazione alla falange italiana della blogosfera svizzera.
Una sola lamentela da parte del sottoscritto. Mai innervosirsi con Sartoni per due minuti di ritardo. Neanche se sei in svizzera. Mai. 🙂

3 novembre 2007 – eTourCamp

eTourCamp

Il 3 novembre 2007 presso il Salone Internazionale delle Vacanze a Lugano avrà luogo l’eTourCamp, organizzato dal ramo svizzero della blogosfera italiana, oppure dal ramo italiano della blogosfera svizzera, questo è tutto da scoprire. Io parteciperò in doppia veste, sia in quella di barcamper che in quella di Intruder, dato che Intruders.TV Italia è media partner dell’evento. Per capire meglio quali sono le ragioni di questo barcamp ho intervistato Alessandro Inversini, uno degli organizzatori.

Ciao Alessandro, chi organizza l’eTourCamp a Lugano?

Alessandro: eTourCamp è organizzato da un gruppo molto eterogeno di persone. Siamo in otto: ricercatori, imprenditori e liberi professionisti accomunati da due cose: la passione per le nuove tecnologie e per il turismo. L’idea è venuta a ad alcuni di noi durante lo ZenaCamp. Isabella ce l’aveva messa in testa… poi io (Alessandro), Leonora ed Elena abbiamo conosciuto Luca e da lì siamo partiti e ci siamo trovati con interessi molto simili. Poi piano piano altri amici e colleghi si sono aggiunti: Lorenzo, Marco e Stefano.

Qual è il tema del barcamp?

Alessandro: Il tema del barcamp è l’uso delle nuove tecnologie e soprattutto web2.0 nel turismo. è un tema che può essere discusso a 360 gradi. Da chi gestisce i flussi di contenuti (le comunity per esempio) a chi questi contenuti li produce (penso alle immagini ai video per esempio). A noi interessa capire come il settore del turismo si sta muovendo e chi sono le persone dietro questo mondo. Il web, soprattutto il web2.0 è fatto di persone. Il turismo è un’esperienza strettamente personale..emozionale. Questo ci è sembrato un mix interessantissimo per il primo barcamp della regione Italiana della Svizzera, il Canton Ticino.

Quale genere di partecipanti è interessato all’evento?

Vorremmo portare principalmente i turisti, quelli che con le loro macchine fotografiche o telecamere registrano tutto ciò che gli succede e poi scrivono anche un piccolo diario di viaggio; ma anche aziende, bloggers e comunity builders che aiutano lo sharing di questi particolari contenuti, mettendo a disposizione strumenti e funzionalità. Insomma… fare incontrare persone normali che hanno cose da dire con chi le può aiutare a condividere esperienze, consigli su destinazioni, alberghi e così via.

Ci sono degli sponsor o delle aziende coinvolte?

eTourCamp si svolgerà durante il salone de “I Viaggiatori” che è il nostro sponsor principale. “I Viaggiatori” è una fiera internazionale del turismo e come sponsorship ci darà alcune sale in cui discutere e confrontarci sul nostro tema. L’ingresso sarà riservato solo ai partecipanti ad eTourCamp, ma anche ai curiosi senza cravatta ma con TAG di riconoscimento! 😉
Orange, la compagnia telefonica francese, ci sta aiutando per lo sviluppo di un’iniziativa connessa all’eTourCamp. Con la fantasia che ci contraddistingue, l’abbiamo chiamata eTreasure: una caccia al tesoro basata su SMS per la città di Lugano che si svolgerà il giorno seguente.

Quali sono gli interventi già prenotati che secondo te saranno interessanti da seguire?

Bhe…di intressante ci sarà sicuramente la mia presentazione di eTreasure 🙂
A parte le gli scherzi…Tre interventi di quelli prenotati mi incuriosiscono…Scuola del Viaggio: dall’esperienza reale alla comunità virtuale e ritorno, Tecniche per aumentare traffico ad un sito turisto e anche ” Scopriluoghi.com- scout out your land” progettata da alcuni amici.

Ringraziando Alessandro per la disponibilità, non mi resta che darvi appuntamento per sabato prossimo a Lugano.