Serial Killer. Storie di ossessione omicida

Un nuovo libro va ad appesantire la mia mensola delle letture completate.

Questa volta si tratta di “Serial killer. Storie di ossessione omicida” di Carlo Lucarelli e Massimo Picozzi.

Tante storie di follia (o lucidità) omicida, per un libro che si legge molto rapidamente.
Decisamente sufficiente ma molto al di fuori delle mie letture ordinarie.

I libri tuttora aperti sul mio comodino:

  • Gödel, Escher, Bach. Un’eterna ghirlanda brillante. (prima o poi lo finirò)
  • Has an a future? – Bertrand Russell
  • I segreti di Londra. Storie, luoghi e personaggi di una capitale – Corrado Augias


La parola di oggi

Voglio aprire una nuova rubrica.
Non credo sia una rubrica originale, chissà quanti altri l’avranno già fatta.
Spero comunque che possa piacere.
Non a tutti.
Ma a qualcuno si.

La rubrica di chiama “La parola di oggi” e semplicemente si limita a linkare una parola o una voce da Wikipedia.

A volte sarà una parola italiana, a volte in inglese.

La prima parola di questa rubrica è: moto perpetuo

Software Libero e Open Source

Molto spesso succede di confondere il concetto di Software Libero e quello di Open Source.
Intercambiare i due termini, può essere condivisibile in moltissimi ambiti ma per correttezza e precisione sarebbe meglio non confonderli mai.

Ho realizzato questo documento con l’intento di sciogliere alcuni nodi fondamentali in merito a questa questione.

Non è una battaglia ideologica ma una necessità di chiarezza.
Così come in economia non è giusto confondere le azioni con le obbligazioni, in medicina confondere anatomia e fisiologia, in biologia confondere DNA nucleico e mitocondriale, non trovo sia giusto confondere Software Libero e Software Open Source.

Buona lettura.

Software libero e Opensource

Collegamenti utili:

Software essenziali

Tutto quello di cui non posso fare a meno nel mio computer:

  • OpenOfficeapple.pngtux.pngwindows.png
    Editor di testi, Foglio di calcolo, Presentazioni e Database. Tutta la produttività di un ufficio con la leggerezza e la libertà che solo il software libero può offrire.
  • Adiumapple.png
    Meraviglioso client di Instant Messaging che supporta praticamente tutti i protocolli più diffusi. MSN, ICQ, Jabber, AOL, Yahoo, ecc ecc
  • Firefoxapple.pngtux.pngwindows.png
    Come sopravvivere senza IL browser?
  • Thunderbirdapple.pngtux.pngwindows.png
    Email, news e RSS feed, tutto a portata di mano. Ovviamente corredato di Enigmail per GPG.
  • VLCapple.pngtux.pngwindows.png
    Quando i player tradizionali impallidiscono di fronte a dei formati video sconosciuti, decidi di installare VLC. Dopodichè non torni più indietro. Ottimo lo streaming out video e audio.
  • Audacityapple.pngtux.pngwindows.png
    Un editor audio veramente eccezionale. E facile registrare una canzone da internet e farsi le suonerie per il cellulare alla velocità della luce.
  • Listentux.png
    Purtroppo è solo per gnome ma la comodità di questo player mp3 è davvero estrema. Collegamente diretto alla libreri locale di ITunes, audioscrobbler e last.fm incorporati, download automatico di copertine e testi delle canzoni.
  • Netbeansapple.pngtux.pngwindows.png
    Il RAD/IDE di casa SUN diventa splendido anche sotto OSX. Adesso che Java è GPL siamo tutti più felici.

Tutto questo è Software Libero.

Ovviamente esistono anche software proprietari di indubbia utilità:

  • Picasawindows.png
    Isostituibile se si usa Win e una macchina fotografica. In effetti io non uso win…..
  • Google Earthapple.pngwindows.png
    Quanto mi piace guardare le cose dall’alto!
  • Skypeapple.pngtux.pngwindows.png
    Ero dubbioso se includere questo software in questa lista.
    In effetti è piuttosto diffuso e utile ma è meglio leggere qui.

Se avete qualche altro consiglio, commentate pure!