Cavalcare salsicce

Dal sunto che fa Livia immagino che il tutti i sostenitori del ragionamento “natura VS contronatura”:

  • Si muovano solo a piedi perchè le ruote non crescono sugli alberi
  • Non mangino alcun tipo di cereale perchè i cereali che vengono comunemente destinati al consumo umano e animale sono frutto di secoli di selezioni aritificiali
  • Non bevano nient’altro che acqua piovana perchè le acque minerali sono contenute in recipienti che la natura non aveva previsto così come il vino è frutto del braccio dell’uomo e la birra pure
  • Non abbiano mai mangiato un gelato perchè il frigorifero non cresce nell’orto dietro casa
  • Non indossino vestiti perchè sono un vezzo tipicamente artificiale
  • Non si curano con le medicine chimiche perchè preferiscono rosicchiare la corteccia dei salici per calmare le infiammazioni

Ma soprattutto:

  • Praticano la sodomia senza lubrificanti perchè la sintesi degli olii è un processo chimico complesso, il burro è frutto dell’opera umana, così come la margarina e l’olio d’oliva.

Questo in effetti giustifica i loro volti arcigni e i loro comportamenti irosi nei confronti del prossimo… se solo sapessero farsi inculare come si deve…

Riscrivere il vocabolario

Alla voce “Trash” togliamo Er monnezza e ci mettiamo La Bellucci.
Ma dico, come si fa a fare una scena del genere e a non vergognarsi?

Luca Sartoni è temporaneamente sospeso.

Mi sono stufato dell’arroganza di alcuni blogger italiani, che pensano di poter ricattare il sottoscritto offerto alla comunità e al grande pubblico, e non perdono occasione per trasformare qualsiasi discussione in un litigio da riunione di condominio.

In tutti questi mesi ho passato le notti in bianco cercando di leggere tutta la blogosfera italiana e segnando sul mio taccuino ogni singolo post interessante e dopo incessanti settimane insonni ho completato la seconda pagina della moleskine (la prima pagine era di bruttacopia).

Ho anche fatto una classifica, ma è sempre stata criticata da tutti perchè si basava sulle occorrenze della lettera “F” all’interno dei blog e pare che alcuni scaltri autori abbiano piegato questo algoritmo sofisticatissimo per i loro incivili scopi di notorietà.

Ma la cosa che più mi ha ferito è stata la supponenza di chi mi ha criticato per non aver mai resa pubblica tale classifica e aver privato il genere umano di tale arricchimento culturale e tassonomico.

Qualcuno è addirittura arrivato a chiamarmi “Luca Sartori”, sbagliando l’ultima consonante del mio nome e fingendo di averlo fatto per errore. Ma io lo so che lo faceva per umiliarmi.

I più pazienti possono ripercorrere il thread sul gruppo di discussione pubblico che è stata l’ultima goccia in un vaso già piuttosto pieno.

Loren Feldman la dice giusta

[update] Si rende necessaria una contestualizzazione di questo filmato per poter capire il motivo per cui l’ho pubblicato. Loren Feldman ha un videoblog monto interessante che si chiama 1938 media nel quale pubblica la sua opinione riguardo ai fatti della rete. Il tutto secondo una sua personale chiave di lettura, molto caratterizzata. Caratterizzata al punto da chiamare “schifo” lo schifo e “figata” una figata. Cosa che nella nostra blogosfera non avviene per una classica impostazione di opinione che ci contraddistingue. Loren è stato recentemente recensito da un certo Tom che lo ha criticato perchè lo ritiene non professionale a causa di alcune scelte stilistiche e in questo video, Feldman, si prende la briga di dare una lezioncina di stile al suo detrattore. L’ho pubblicato perchè sono d’accordo con molte delle sue tesi riguardanti la rete.