Categories
Amici

voglio essere chiaro

Voglio essere chiaro sulla questione di Paola Caruso e voglio usare le parole di Elena, che spesso sa essere molto più chiara di me:

[…] ci sono persone a “favore” del precariato? Perchè se facciamo tutti il nostro piccolo elenco, ciascuno di noi avrà i propri anni da cocopro, da consulente, da partita iva, da interinale. Ciascuno ha le sue frustrazioni, per un lavoro che avremmo voluto e invece hanno scelto un altro, per uno stipendio modesto. Se vogliamo discutere del precariato facciamolo, se volete dare una mano ad una amica fatelo, ma non sono la stessa battaglia, mi spiace. – elena (senzaaggettivi) su FriendFeed

Io non appoggio la lotta al precariato nella modalità di Paola, ma è una mia amica e sono molto preoccupato per lei. Tutto qui.

Categories
Amici

Lo sciopero della fame di Paola

Paola è una mia amica che sta facendo lo sciopero della fame e della sete per protestare contro il Corriere della Sera che lo offre condizioni di lavoro insostenibili.

Paola è una mia amica e non credo che abbia preso questa decisione a cuor leggero. Lo sciopero della fame e della sete è molto pericoloso e onestamente sono molto preoccupato per lei.

Non ha alcuna importanza per me in questo momento se Paola abbia ragione o torto, mi interessa solo che stia bene e che la situazione si sblocchi nel più breve tempo possibile. Ci saranno altri momenti per discutere se sia il modo migliore o no di protesta, per discutere se il Corriere della Sera si comporti male oppure no con lei e altre questioni minori.

Adesso la cosa importante è che qualcuno si metta la mano sul cuore, alzi il telefono e faccia finire questa cosa subito. Quindi caro Direttore Ferruccio de Bortoli, chiami immediatamente Paola e fissate un incontro. Poi magari non vi mettete d’accordo, ma risolviamo un problema alla volta.

Coraggio.

Categories
Amici

Healthmonth.com – Un gioco per stare meglio

Jumping for joy on Moel Hiraddug

Ho scoperto Healthmonth.com in un post di Scott Bekrum. Il concetto è molto semplice, migliorare la propria salute attraverso un gioco sociale.

Si registra un profilo e si collegano i propri account Twitter, Flickr, Facebook, ecc. poi si definiscono le proprie regole del gioco. Rispondendo onestamente alle domande si crea il set di vincoli e di punteggi al quale attenersi durante il mese di gioco. Il gioco si svolge ogni mese solare.

Per giocare si paga una cifra irrisoria, circa 4 euro al mese e ho deciso di prendere parte alla sfida per il mese di novembre. Dato che un gioco è bello solo se anche gli amici ne fanno parte ho pensato di invitarvi a giocare.

Di solito quando si invitano i lettori del proprio blog ad un nuovo servizio si mette a disposizione un codice di affiliazione per trarre vantaggio dalla piattaforma che per ogni conversione ti regala qualcosa. Per esempio Dropbox ti regala un tot di megabyte per ogni nuovo utente che porti dentro.

Nel mio caso funziona a rovescio, dato che ci tengo molto a provare il gioco in modo sociale, regalo un mese di gioco ai primi 15 che decidono di giocare con me. Si avete letto bene, pago io. Però voi giocate seriamente. Se vi va di accettare la sfida lasciate un commento e vi spiego come fare.

Ve la sentite di provare? Io si, e questo è il mio profilo.

[update]: Questa è la mia squadra. Vi aspetto numerosi.

Photo by Flickr

Categories
Amici

Bronson – nuova stagione di concerti a Ravenna

Ci siamo quasi

I migliori auguri e complimenti a Chis per l’apertura della nuova stagione del Bronson. ll programma è interessante e personalmente sto già controllando il mio calendario per riuscire a tornare a Ravenna appositamente per un paio di concerti.

Il programma e la prevendita sono disponibili sul sito Bronsonproduzioni e maggiori info sul blog.

Categories
Amici

Brutture Moderne questa sera all’hana-bi

Se siete in zona Ravenna vi consiglio di andare all’Hanabi perchè suona Francesco Giampaoli e tutta la combriccola di Brutture Moderne.

Assolutamente da non perdere, qui maggiori info.

Categories
Amici

My Own Private Milano

Latte

Ho vissuto a milano per meno di due mesi seppur negli ultimi anni io l’abbia visitata frequentemente per lavoro e per diletto. Ho scattato tante foto a milano e una di queste, molto speciale, è entrata a far parte di un lavoro collettivo che ho letto in un solo respiro nel mio volo Bologna-Vienna di questa mattina.

Grazie a tutti coloro che hanno partecipato, grazie a tutti coloro che lo leggeranno. Un grazie particolare a Squonk che l’ha pensato, a Marco Mazzei che ha scritto il racconto che mi è piaciuto di più (sarà che l’ho letto mentre ero in aereo…), a Paola che ha scelto la foto dalla mia galleria milanese, a Niccolò che ha scritto il pezzo che ho avuto l’onore di illustrare con il mio scatto.

Dei miei due mesi milanesi ho forse un solo rammarico, quello di non aver saputo cogliere l’emozione che i protagonisti di questa my own private milano hanno messo nero su bianco o in quadricromia. Non mi riferisco alla città, ma alle persone che nella mia vita un po’ frenetica mi vedono passare e fermarmi sempre troppo poco a lungo. Ancora grazie a tutti.

Link: scarica “My Own Private Milano” in PDF.

Categories
Amici

Palle, palline e palloni

Per quanto non necessario e non richiesto voglio dare il mio appoggio a Marco che in questi giorni è stato attaccato in modo molto inelegante e offensivo su Friendfeed.

Credo che certi limiti personali non debbano essere superati e mi fa piacere ribadirlo. Nonostante su molte questioni io non sia d’accordo con Marco e sia dell’idea che alcune sue provocazioni siano evitabili, sono convinto non sia giusto che alcune persone si prendano la libertà di superare il limite della critica e sfociare nell’offesa personale.

Qui e qui per farsi un’idea.

Categories
Amici

Diritto all’indifferenza

via Livia

Categories
Amici

Cosa si impara in venti anni di arti marziali

Se c’è una cosa che ho imparato in circa venti anni di arti marziali è che non si deve mai arrivare alle mani con nessuno. Perchè tu puoi aver fatto venti anni di arti marziali quanto ti pare ma quello che hai davanti potrebbe avene fatti ventuno.

Grazie a questa discussione lanciata da Alessio ho scoperto che il FriendFeed italiano è imprevedibilmente un pessimo posto in cui fare a botte con qualcuno, per il motivo di cui sopra.