Categories
Lavoro

Kiva.org: un proposito per il 2010

A Fistful Of Dollars: The Story of a Kiva.org Loan from Kieran Ball on Vimeo.

Tra qualche giorno molti di voi faranno una lista di buoni propositi per il 2010. Il mio invito è di inserire Kiva.org in questa lista.

Come funziona Kiva

Attraverso prestiti da 25 dollari è possibile finanziare, attraverso una rete di microcredito, piccoli imprenditori che hanno richiesto un prestito. Kiva.org mette in contatto chi presta i soldi con chi li ha richiesti e segue passo passo tutto l’iter di restituzione. Quando i soldi verranno restituiti, si potrà decidere se ritirarli o prestarli nuovamente.

Come supporto Kiva

Io ho inserito un banner qui a lato, inoltre ho iniziato ad inserire soldi nel circuito dei microprestiti. Qui potete vedere il mio profilo Kiva.

Ringrazio Livia per avermi fatto riscoprire Kiva

By Luca Sartoni

Team Lead at Automattic, WordPress contributor, co-organiser at WordCamp Europe, blogger, photographer, geek, nerd.

7 replies on “Kiva.org: un proposito per il 2010”

Confermo tutto sulla base della mia esperienza con kiva.org da circa un anno, è veramente bello contribuire a questa iniziativa.

Ho trovato questo video, che spiega come funziona il microcredito. Quello che

Quello che non capisco è se l’investitore ha un piccolo ritorno oppure se lo fa per “beneficenza”.

@Giorgio l’utente (ovvero tu) è un prestatore, non un investitore. Non fa beneficenza né ottiene un ritorno economico: concede un prestito che viene restituito dopo 6 mesi circa (dipende dal progetto e viene indicato nella scheda del progetto). Quando la cifra viene restituita la si può reinvestire in altri progetti oppure la si può ritirare sul proprio conto PayPal. Io ho già effettuato diversi prestiti e mi sono stati sempre restituiti con puntualità.

Anche io sono un sostenitore di kiva.org

Il sistema funziona veramente bene e oramai penso che il mio prestito iniziale sia già stato reinvestito 3 o 4 volte.

Io solitamente scelgo di supportare chi cerca di aprire internet point o lavora nell’IT, solitamente si trova sempre qualcuno che ha bisogno di un prestito per comprare qualche computer in qualche angolo remoto del pianeta.

L’anno scorso avevamo anche lanciato un gruppo di blogger italiani su kiva: http://www.kiva.org/community/viewTeam?team_id=997

Leave a Reply