Velocità smodata

L’altro ieri ho ricevuto una notifica di atto giudiziario da ritirare in ufficio postale.
Le ipotesi in casa sono state molteplici, da qualcuno che mi ha fatto causa al velox Tutor che non perdona.
Già pensavo a mesi e mesi senza patente, perchè prendere un Velox è facilissimo. Sarà anche facile ma questo sarebbe il secondo in 11 anni di patente e 200mila Km.

Oggi sono andato a ritirare la raccomandata e solo entrando in ufficio postale sudavo freddo. Forse sarà stata l’aria condizionata o forse la paura di stare mesi senza patente e perdere qualcuno dei miei amatissimi punti della patente ma mi sentivo davvero un bad boy. Già nei giorni scorsi i miei amici mi avevano detto che esiste un modo per riavere i punti che hai perso, ma non ho ben capito come si faccia esattamente. Già mi vedevo dietro le sbarre, al culmine di una carriera criminale iniziata da un velox in autostrada.

Ho ritirato la mia raccomandata verde, con la gente che mi guardava male e mi sentivo un puzzone che viola la legge. Essendo vestito di nero mi mancava solo il passamontagna per essere come Diabolik.

Ho aperto la busta e ho avuto la conferma a tutti i miei dubbi. Il simpaticissimo Comune di Cesena mi contesta la mirabolante velocità di 92.74 Km/h in un tratto in cui vige il limite di 90 Km/h. [Delta V = 2.74 Km/h – 0.76 m/s]

Poche decine di euro, zero punti di patente rimossi e ho persino dovuto mettere via la tuta da Diabolik.

Tanto a questa velocità, mi catturavano subito.

Published by Luca Sartoni

I lead a team of engineers across three continents at Automattic. I love hiking, photography, and 3D printers.

15 thoughts on “Velocità smodata

  1. Io sapevo che contravvenzioni per pochi km/h, specie se ricompresi entro una certa tolleranza, fossero contestabili (anche perché magari tu, secondo il tuo non precisissimo tachimetro, eri sotto quel limite e quindi in buona fede). Prova ad informarti.

  2. Che sfiga!! per 2 km/ora in piu…………Se fossi stato un truffatore o un bancarottiere non dovevi fare manco la fila alla posta ci pensava Tvemonti…………

  3. Le macchinette famose servono solo ai comuni per fare soldi e a rompere
    le palline a chi non c’ entra niente.
    Ma guarda caso non fermano le stragi del sabato sera
    Io, nel 1996 ne presi una per una velocità di 67 Km. in presenza di un limite di 50.
    L’ ho buttata in un cassetto ed è ancora lì, dopo qualche sollecito inviato per posta ordinaria
    non è successo più nulla.

  4. Mah… quando e’ capitato a me (600k lire e ritiro della patente) ho presentato un ricorso al giudice di pace (se l’importo e’ inferiore ai 2 milioni di vecchie lire puoi farlo senza avvocato) e poi non mi sono presentato all’udienza. La macchina burocratica italiana e’ andata in puzza come al solito… esattamente come quando ho saltato il militare (ie: richiesta di visita superiore, poi non mi sono presentato, dopodiche’ visto che un appuntato dell’infermeria non voleva passare guai per aver dimenticato per 5 anni la mia cartella su una mensola… ha fatto carte false con l’accordo che io gli firmavo la carta falsa e lui mi metteva in partenza con uno scaglione gia’ partito dove c’era stata eccedenza…), quindi il comune del cazzo di turno non ha preso un soldo, e la polizia non ha mai saputo che mi doveva ritirare la patente. Poi ci sono stati vari indulti e indultini ed e’ finita li’. Sollevare lo stato d’eccezione (un IRQ; sei ancora un informatico o non ti ricordi piu’ cos’e’?) funziona sempre.

  5. @mfp: mi spiace ma questo tipo di comportamento non è adatto a me. Non mi permetto di esprimere un giudizio di merito sul tuo modo di vivere la società, semplicemente io mi comporto diversamente e mi prendo la responsabilità delle mie azioni.

  6. Anche io Luca. Solo che rimpinguare le casse di un comune che mi truffa grazie ad un limite di velocita’ che risale a quando quella strada era completamente diversa, su una competenza stradale in cui i vigili urbani comunali non possono effettuare controlli senza le necessarie (per legge) autorizzazioni all’amministrazione competente, non rientra nelle mie responsabilita’. E non ho nessuna intenzione di perdere il mio tempo per correggere gli errori dell’istituzione che voleva chiaramente e deliberatamente truffarmi: sono gia’ pagati a mezzo fiscale, e il fisco preleva gia’ il mio tempo. Quanto al militare stesso discorso: ho fatto il test alla tubercolina ed ero ampiamente fuori i limiti di legge per l’asma… il controllo pubblico non serviva… all’epoca insegnavo cablaggi strutturati per la global knowledge in un corso di 15gg… saltarne uno per soddisfare le misure idiosincratiche dell’esercito italiano era idiozia dannosa alla produzione del mio datore di lavoro. Piu’ in generale e’ idiota pensare che non rispettare leggi sbagliate sia un comportamento sconveniente… leggiti Rodota’

    “STUDENTE: Qual è il limite di legalità del diritto di resistenza?
    RODOTA’: Ma ormai nelle democrazie è il principio di non violenza, perché si dice che la democrazia è anche uno strumento per risolvere in modo non violento i conflitti che esistono all’interno di un’organizzazione sociale. Però la premessa che rende possibile poi l’uso di mezzi non violenti è che lo Stato sia libero, che i cittadini siano rispettati nelle loro libertà, che il dissenso sia riconosciuto come diritto. Negli Stati totalitari quest’affermazione diventa più difficile.”

    (questo va interpolato con Kenneth Arrow e Amartya Sen; allora capisci che sono stato piu’ democratico io che l’amministrazione pubblica)

    o la Costituzione americana… (non mi far cercare; leggiti Il Manuale e poi ne riparliamo)

  7. Tsk tsk… la multa non l’ho pagata perche’ l’amministrazione era inadempiente… per mettere un autovelox su una strada devi essere competente per quella strada e cioe’ se e’ una provinciale devi chiedere autorizzazione alla provincia, se e’ di Autostrade S.p.a. devi chiedere autorizzazione ad Autostrade S.p.a., e via dicendo; e alla provincia non risultava autorizzazione alcuna, ho preso la documentazione prodotta dalla provincia su mia istanza, l’ho consegnata ad un giudice e poi sono cazzi loro. Crescendo Luca vedrai che la disciplina sociale e’ cosa ben diversa dalla ottusa (ie: formale ma non sostanziale) applicazione delle leggi. Hai mai letto l’art. 3 della Costituzione? E’ diviso in 2 commi. Da li’ la citazione di Rodota’… se vuoi crescere… se invece vuoi giocare non ho tempo (un po’ si, lo sai; ma in questo momento ho troppi thread aperti)… scusami… ti lascio…

  8. Lucaaaaaa… non ho altro tempo per la tua culturaaaaaaa… e non hai bisogno di me per aumentarlaaaaaa (c’e’ wikipedia!)…

  9. ma in italia siamo precisi.
    2,75 km di violazione o 50km è lo stesso, perchè noi in italia siamo precisi.
    poi se le auto blu vanno a 200 non fa niente.

Leave a Reply

%d bloggers like this: