Le dimensioni contano

tree

Mille mila

L’altro giorno in auto stavo ascoltando la radio e uno spot pubblicitario mi ha lasciato perplesso. Non ricordo l’azienda che veniva pubblicizzata (per la gioia di chi ha studiato la comunicazione dello spot) e neanche cosa vendessero (pensate un po’…), ma ricordo chiaramente che volevano vantare indiscutibile impegno ambientale nelle loro politiche aziendali.

L’azienda si impegnava a piantare alberi proporzionalmente al fatturato che riusciva a fare nell’anno: “compra da me che io pianto gli alberi”.

Si vantava in effetti di aver già piantato UN MILIONE di metri quadrati di foresta sin ora. Non mille, non duemila ma UN MILIONE di metri quadrati.

Facendo i conti, UN MILIONE di metri quadrati sono mille mila metri quadrati, un kmq. La pineta di Ravenna è 20Kmq, per capirci.

Quindici

Sempre a proposito di unità di misura, in TV c’è uno spot di pannolini che va alla grande in questo periodo. Come al solito è ambientato in un laboratorio della NASA, perchè si sa, è lì che i pannolini vengono creati: della palle di gomma da riempire di merda, in quale altro posto mai potrebbero progettarli?

Ad ogni modo il solerte scienziato di turno tiene in mano lo strumento della verità: un misuratore di umidità della pelle.
Prima lo poggia sul sederino del bimbo che ha indossato il pannolino per un giorno intero (e presumibilmente lo ha riempito del materiale di cui sopra, pur essendo pulitissimo), e il mirabolante dispositivo segna QUINDICI, con un bel numerone grande sullo schermo. Poi lo appoggia sulla mano della madre e con grande sorpresa, segna sempre QUINDICI. Gioia incontenibile, balletti e gingle e il pannolino della nasa viene considerato il migliore al mondo.

Si ma QUINDICI che? quindici, cosa cavolo vuol dire QUINDICI? Quindici patate, quindici metri, quindici litri? Secondo me, visto il tipo test era molto meglio se avesse segnato SEDICI

Io sapevo ventitrè, ma google sostiene sedici…

Image by Deviantart

Published by Luca Sartoni

I lead a team of engineers across three continents at Automattic. I love hiking, photography, and 3D printers.

13 thoughts on “Le dimensioni contano

  1. Beh, senza considerare che se cerchi evaporimetro, Wikipedia ne fa una descrizione che non c’entra assolutamente niente con lo spot. Per divertimento ho scritto un’email all’ufficio stampa del produttore per avere lumi 🙂
    Ciao ciao
    Nicola

  2. Sulla prima osservazione hai ragione: giocano sul fatto che quando si tratta di numeri grandi perdiamo la capacità di valutazione. Se offri una cifra in denaro alta a qualcuno purché scriva i nuneri da uno a un miliardo molti accetterebbero la sfida senza considerare che é un lavoro che richiede centinaia di anni.
    Nella misura della umidità della pelle l’unità di misura é invece del tutto irrilevante perché si tratta di un confronto, il messaggio é che sedere e mano hanno la stessa umidità.

    bob

    PS Non é certamente un evaporimetro, ma probabilmente un misuratore di conducibilità (usato per esempio nella macchina della verità), non mi stupirei se la misura fosse del tipo ohmcentimetro

  3. No Luca, qui ti sbagli: esistono importanti aree di sperimentazione nelle quali si ragiona solo per differenza tra misure senza avere una minima idea del valore assoluto di quanto viene misurato. Certo devi sapere che cosa misuri, in questo caso l’umidità in forma indiretta, ma tutto quello che ti serve sapere é il rapporto tra due misure.

    bob

  4. Luca cerca in un volume qualsiasi di Teria delle misure le voci “misure indirette” e “misurazione per confronto” che ti possono chiarire le idee.
    Nel caso specifico, come in molti altri casi, interessa solo il confronto.
    In questo caso l’unica cosa che interessa è stabilire che la umidita’, misurata indirettamente con un conducimetro, é identica nelle due misure.

    bob

  5. potrebbe anche trattarsi di un termometro con la scala normalizzata 36C = 15
    allora dimostriamo che i due corpi hanno la stessa temperatura. Se poi la scala è in decine di gradi allora otteniamo 15 su tutti i corpi umani, anche quelli febbricitanti.
    Potrebbe anche essere un misuratore di radioattività (sempre in scala normalizzata a piacere) e allora vorrebbe dire ben altro.

    Poi mi rendo conto che le misure indirette siano di importanza fondamentale in fisica, ad esempio la massa, che è una misura indiretta di confronto tra pesi, ecc.
    Ma anche la massa ha una unità di misura. L’assenza di unità di misura è ammessa solo quando è implicità nel contesto di utilizzo.

    Uno strumento deve avere una unità di misura per avere in benchè minimo senso.

  6. Comunque usare l’interno della mano (che magari qualche mamma ha spesso le mani sudate) come termine di paragone dell'”asciuttezza” del sedere di un bambino è tirata per i capelli.

  7. Luca nella pubblicità si dichiara quello che usano essere uno strumento per misurare la umidità, le due misure sono uguali e la tesi é dimostrata, non ci vedo nulla di strano.

    Tu confondi unita’ di misura e grandezza misurata.

    Se tu volessi dimostrare che due pesi sono uguali li metti su una bilancia a stadera e se si bilancia della unità di misura non te ne importa proprio nulla!

    bob

    La massa non si misura solo per confronto tra pesi, ma anche come forza in un campo gravitazionale e anche qui se devi fare solo un confronto della unita’ di misura non te ne importa un fico secco.

  8. La misura dell’umidità dell strato corneo della pelle viene effettuata con un semplice strumento denominato Corneometer; misura la velosità di trasmissione di una debole corrente attraverso due elettrodi. Il risultato è espresso come [ %] di umidità.
    L’umidità dello strato corneo della pelle nella mano e nella chiappa non è uguale neppure nel medesimo indivduo, e cambia con l’invecchiamento.
    Evaporimetro è solo una bella parola messa per evocare capacità di assorbimento e traspirazione. Solo pubblicità.

Leave a Reply

%d bloggers like this: