di serietà e scemenze sui media partecipativi

Stavo per scrivere un post impegnato su come twitter sia il punto di accesso della mia attività di lifestreaming e poi le info si diffondano su due strade principali: FriendFeed e Facebook.

Poi stavo per ragionare di come le due nuvole di persone che popolano i due ambienti siano per buona parte sovrapposte, ma si dividano nettamente in due gruppi: chi commenta su FF e chi su FB.

Il mio pensiero stava per inoltrarsi nella questione territoriale e nella distanza sociale, in quanto su FB mi commentano molto gli amici stretti che partecipano da poco ai media sociali e su FF anche persone mai incontrate di persona ma che stanno nella parte abitata della rete da molto più tempo.

Da qui distinguere tra utenti pro e niubbi ci vorrebbe poco, poi si potrebbe continuare sulla percezione di contatto tra i due ambienti ecc ecc…

Ma poi invece di tutto questo ragionare mi metto a fare foto come questa e mi abbandono al lato gioioso della vita.

Published by Luca Sartoni

I lead three teams of engineers across four continents at Automattic. I love hiking, photography, and 3D printers.

2 thoughts on “di serietà e scemenze sui media partecipativi

Leave a Reply

%d bloggers like this: