Categories
News

Pulizie di pasqua

Come regolarmente mi impongo, ho rimosso tutti gli amici di Facebook dei quali non sapevo dire dove o come li avessi conosciuti. Sono passato da 798 a 589.

By Luca Sartoni

Team Lead at Automattic, WordPress contributor, co-organiser at WordCamp Europe, blogger, photographer, geek, nerd.

9 replies on “Pulizie di pasqua”

@Livia: il mio sistema è sempre stato piuttosto valido
@Maury: non posso chiedere spiegazioni a 200 persone che neppure conosco. Se la relazione tra me e loro fosse stata di un qualche rilievo per una delle parti mi ricorderei il motivo della loro presenza non credi?

Sì, può darsi. Come può darsi di no. Magari non te le ricordi tu perché non è stata di rilievo per te (la cosa è comunque quasi offensiva), ma l’inverso magari non vale. Magari sono persone a cui interessa seguirti anche su Facebook perché ti stimano per l’unica volta in cui hanno scambiato quattro chiacchiere con te o perché magari piace quello che scrivi sul blog.

A me un paio di persone mi hanno chiesto l’amicizia senza che io mi ricordassi di loro. Gli ho scritto e mi hanno fatto ricordare dove ci siamo incontrati. Se le avessi rifiutate a priori o le avessi cancellate perché non mi ricordo dell’unica volta in cui le ho incontrate mi sentirei l’impressione di essere stato scortese. Piccola nota, una di queste è uno degli amici di facebook con cui scambio tutt’ora le osservazioni più piacevoli.

@Maury: facebook non è un blog. Non si segue la gente. Se si è amici di qualcuno si ha un rapporto paritetico di interscambio. Se questo interscambio non c’è non vedo alcuna ragione di essere amici.
Non rifiuto l’amicizia a priori, tranne per alcuni casi particolari, come nomi palesemente di fantasia o aziende che si fingono persone. Detto questo se qualcuno ha piacere di interagire con me via facebook mi fa molto piacere, ma se non interagisce non vedo ragione di collegarsi a me.
Non mi ritengo sufficientemente interessante perchè qualcuno possa sentirsi bene dal solo fatto di annoverarmi tra i suoi amici, anzi spesso la gente farebbe bene a non dire di conoscermi, per non compromettersi troppo 😉

Cosa intendi per “interagire”?

Per me, già il fatto di leggere un messaggio di stato (molti sono inutili, d’accordo, ma molti altri mi possono far capire se una persona lontana ha qualche problema e posso essergli di aiuto o altre cose) o gìà il fatto di vedere qualche foto appena pubblicata vuol dire interagire. O meglio “seguire”, inteso diversamente da quello che si intende in “seguire un blog”.

Quando hai moltissime persone lontane che hai conosciuto in passato è impossibile continuare ad avere un rapporto costante. Facebook penso sia lo strumento adatto quantomeno ad avere quel po’ di contatto che possano essere gli auguri per il compleanno o vedere qualche info sulla persona nella propria bacheca quando mette qualcosa su Facebook. Cose che comunque a me fanno piacere.

Forse sono molto più inutili come contatti gli amici che vedo tutti i giorni…

Naturalmente è una divergenza di opinioni normalissima, ma ti volevo un attimo proporre una riflessione.
Hai tra i contatti di Facebook una persona che tieni avere tra gli amici del sito. Perché la stimi, perché l’hai incontrata una sola volta e ti è sembrata una persona in gamba, perché evete degli interessi in comune e magari un domani si può organizzare qualcosa insieme o per qualsiasi altro motivo.
Vederti tolto dai contatti, così, senza preavviso o addirittura leggere che l’altra persona ha scarso interesse ad averti come contatto, a te farebbe piacere?

per essere stato cancellato dagli amici di Luca Sartoni non ne farei una tragedia 🙂

A parte gli scherzi, non credo di essermi mai comportato male con chi mi segue, ma davvero c’era tanta gente che non sapevo chi fosse, se qualcuno ritiene che sia importante essere amici è sufficiente aggiungermi nuovamente

Leave a Reply