Categories
Video

Cinquanta persone, una domanda

Tribute to fiftypeopleonequestion in Rome from Luca Sartoni on Vimeo.

Qualche tempo fa rimasi molto colpito da un video segnalato da Luca Conti. Dopo qualche settimana Simone ed io abbiamo deciso di provare a rifarlo a Roma, in via Nazionale.

Purtroppo in quasi tre ore di gelido stazionamento in una via molto affollata della capitale non siamo riusciti a raggiungere il numero di persone che ci eravamo prefissati ma l’esperienza è stata memorabile.

Voglio ringraziare Simone per avermi convinto a fare il video, Paola per aver scelto le musiche, Sara per le traduzioni, il gruppo I Like Trains per averci concesso il brano “South Shore”.

Voglio anche ringraziare tutti coloro che si sono prestati alla nostra videocamera e anche quelli che hanno inventato le più assurde scuse per non perdere tempo con noi.

Il video è in CC-3.0-nc-nd-by. Diffondetelo, se vi va. 🙂

By Luca Sartoni

Team Lead at Automattic, WordPress contributor, co-organiser at WordCamp Europe, blogger, photographer, geek, nerd.

16 replies on “Cinquanta persone, una domanda”

Complimenti, veramente un lavoro … ben fatto, la musica poi ci sta alla grande !!

Credo che l’esperimento vada ripetuto, perchè, secondo me, nei prossimi mesi, sui media tradizionali, vedremo dipinta una umanità piuttosto triste ed inc…zata e tu con questo lavoro hai colto, hai sottolineato, hai evidenziato, come la gente (vista dal basso, dalla strada, dal vero) e soprattutto quella che sa fermarsi per un minuto é di molto migliore di quella che “conta”, di quella che normalmente comanda e va per la sua strada costi quel che costi (costituzione o non costituzione che sia).

e poi è bellissima quella ragazza che dice: “…in generale il mondo va avanti anche senza di me, quindi ….”

Direi che questa versione è anche meglio dell’originale (senza contare che nell’originale c’è un tipo che vorrebbe venire a vivere in Italia, e questo deprime un po’ la qualità del video 🙂 ).

Davvero un bel lavoro.

Che finisca ogni guerra, che smetta ogni la violenza, che i poveri diventino ricchi, che vinca la roma, che non piova stasera, che cambi il governo, che ritirassero la riforma della scuola.
Mh. La riforma della scuola?! Che tristeza. Il video non è brutto, anzi. Però. Forse. Beccare qualche risposta un po’ più decente de ‘voglio la pace nel mondo’ e ‘non voglio berlusconi’. 😀

Bellissimo, a me ricorda anche un po’, come particolarità del rapporto musica-immagini, WhereIsMatt, perchè appunto il loro accostamento è proprio riuscito.
Complimenti anche da mia mamma alla quale lo ho appena fatto vedere ihih
Bello, avrei fatto meglio a prendere il treno delle 19 😉

Ciao ciao

G.

Leave a Reply