Categories
Eventi

Robin (notso) Good

Mi spiace che Robin se la prenda così tanto per una battuta che ho fatto su di lui durante LeWeb.

Al termine del suo intervento sul palco più in vista della scena web di questo periodo ha dato sfoggio di una caduta di stile veramente triste. Terminato il tempo a sua disposizione ha ricevuto l’intimazione a concludere il suo talk esattamente come tutti gli altri speaker dell’evento. Contrariato dal fatto di essere invitato a rispettare i tempi ha concluso il suo show scendendo dal palco, lanciando il suo cappello per terra, sbattendo contro un ripiano di legno e gridando un “Fuck” nel microfono ancora aperto.

Un Loic Lemeur piuttosto sorpreso di questo comportamento ha impiegato più di qualche secondo per superare l’imbarazzo e continuare lo show mentre Robin scaricava la sua tensione a bordo scena.

Mentre io stesso mi stavo vergognando di questo improprio spettacolo ho visto passare un collaboratore di Robin e gli ho consigliato di fornire un po’ di Valium al suo agitatissimo compare.

Questa battuta è stata male interpretata da Robin che successivamente mi ha attaccato di fronte ad altri, accusandomi di avercela con lui, di nutrire particolare astio nei suoi confronti.

Io non ho niente di personale contro Robin Good. Non ce l’ho mai avuto e non ho alcun ragione per pensare male di lui. Semplicemente non condivido alcuni suoi comportamenti molto provinciali, come quello di sbraitare alla fine di un talk ad una conferenza internazionale, fare una piazzata ed un picchetto alla presentazione di Current TV e ignorare il confronto durante un barcamp. Ma questo genere di disaccordo non mi porta ne a volergli male ne ad attacchi nei suoi confronti.

Dovrebbe però rendersi conto che essere l’unico italiano sul palco di LeWeb08 dovrebbe in certo modo farlo sentire investito di una responsabilità di rappresentanza e certe cialtronate se le potrebbe risparmiare. Tutto qui.

By Luca Sartoni

Team Lead at Automattic, WordPress contributor, co-organiser at WordCamp Europe, blogger, photographer, geek, nerd.

15 replies on “Robin (notso) Good”

Concordo. Il difetto dell’uomo è proprio questo atteggiamento da rock star de noantri che fa passare in secondo pianto tutto quello che può fare o dire di buono. Caro Luigi Canali de Rossi, fattene una ragione: il mondo non gira tutto attorno a te 😉

@Nicola: non credo che sia un problema di egocentrismo. Comunque mi sarebbe piaciuto molto poter essere orgoglioso del suo genuino entusiasmo sul palco di LeWeb e poi affrontare un ragionamento collettivo sul tema che ha portato. Tutt’altro che banale in questo contesto. Purtroppo ci ricorderemo solo la sua chiusura cialtrona e maleducata.

Non entro nel merito della questione perchè non c’ero, l’unica cosa che posso dire è che senza alcun dubbio sarà difficile che venga ancora invitato e che probabilmente, visto la nomea degli italiani in giro per il mondo, difficilmente inviteranno altri italiani e questo è il vero peccato.
ciao

Love For Education – A Shifting Paradigm: My Video Presentation For LeWeb08 …

This is my own video on the future of education, that completes and extends what I was able to deliver this past Wednesday at LeWeb in Paris. Photo credit: Giorgio Montersino In this brand new video presentation I have recorded,……

Ciao Luca.
Io credo che quello che mi ha più colpito dell’intervento di Robin sia stata proprio la grande passione che ci ha trasmesso durante tutto l’intervento.
Parlare di istruzione, al giorno d’oggi e soprattutto viste le grandi polemiche che sono scese in campo in Italia, è sicuramente un argomento interessante e che merita riflessione.
Io credo che gli spunti che ci ha dato Robin, nonché le interviste che ci ha proposto, dovrebbero invitarci a riflettere: tutti potremmo trarne grande beneficio.
Il lavoro che c’è dietro l’intervento lo puoi vedere da te, il messaggio che Robin ci ha dato è stato importante. Io penso che qualche minuto in più, per concludere e fare il punto sulla situazione, era dovuto.
Lo sfogo di Robin ti dovrebbe trasmettere che tutta la sua passione era su quel palco, tutta la sua voglia di condividere e tutto il tempo che ha dedicato potevano ben valere un paio di minuti in più non credi?
Non mi sento di criticare il suo comportamento, è stato genuino, molto più di altri che hanno criticato alle spalle LeWeb. Dov’è il valore di una critica se anche nei momenti difficili non siamo davvero realisti?
Preferisci forse mascherare il tutto con un post che andrà perduto nel tempo?
Io invito solo a riflettere su una cosa: Robin è stato un po’ il nostro maestro, l’abbiamo apprezzato e continuiamo a farlo leggendo il suo sito.
E’ proprio nei momenti difficili che gli amici dovrebbero starci vicino… consigliargli del valium non è propio il modo migliore.
E’ facile rimanere vicini a qualcuno quando la persona indossa una maschera di impassibile compostezza, è forse più difficile schierarsi e stare al fianco di un amico quando è in difficoltà. Io voglio proprio cogliere questa occasione per dire a Robin ‘siamo al tuo fianco!’, questo dovrebbe essere un piccolo passo per dimostrare che siamo tutti umani, lasciamo i giudizi a chi si sente in grado di giudicare.
Cordialmente
🙂
Ryuichi

Leave a Reply