Categories
Amici Filosofia home

Roma per me

Roma per me sono auto sempre parcheggiate sui marciapiedi.
Roma per me è il caos della stazione termini, quando il treno che arriva e quello che riparte condividono la stessa banchina e due fiumi di viaggiatori in ritardo si scontrano e si mescolano.
Roma per me è la confidenza che i camerieri offrono ai clienti, frasi scortesi in qualsiasi altra parte del mondo, la normalità capitolina.
Roma per me sono tanti amici da rivedere ogni volta che sia possibile.
Roma per me sono le stelle di metallo incastonate in piazza Monte Citorio.
Roma per me sono arancini siciliani, riso cantonese, un hambuger e un chinotto.
Roma per me è cacio e pepe ogni volta che si può.
Roma per me è un cameriere che si chiama Lo-ve-li.
Rome per me è una tavolata di amici e una lezione di sguardi.
Roma per me sono impegni fitti fitti che per andare qualche parte ti serve minimo un’ora.
Roma per me sono tre Americano, un gruppo di amici, Livia, Guido, Simone, Leonora, Dafne, Luca, Alice, Sean e Giuliana.
Roma per me è l’insufficienza della metro per cui taxi e via, altrimenti a piedi.
Roma per me è sono gli stornelli tra i vicoli di trastevere, un gelato in Creative Commons e uno zaino pesantissimo.
Roma per me è una stanza, due amici, chiacchiere fino a notte fonda e poi scherzi a non finire. Compresa la schiuma da barba nelle mutande…
Roma per me è prendere tanto freddo in via Nazionale e ridere di noi con uno sconosciuto sporco e ubriaco.
Roma per me è “Buona Sera – No Grazie”
Roma per me è “My Guitar Gently Weeps” con Prince che suona la chitarra.
Roma per me è il concerto di Paolo Conte in terza fila al Teatro Sistina quando erano finiti tutti i biglietti ma noi il modo per averli ce lo inventiamo sempre.
Roma per me è il Pantheon e l’indulgenza plenaria.
Roma per me è Piazza Navona, La Fontana di Trevi e Trinità dei monti, tra i pachistani che fanno le bolle di sapone, vendono ombrelli e maledetti magneti dal terribile suono.
Roma per me sono autoblu nel blu dipinto di blu.
Roma per me sono preti e suore, poliziotti, militari, chiese e fontane.

Roma per me sono le persone che ho incontrato nell’ultima settimana.

It’s wonderful, It’s wonderful, It’s wonderful, good luck my baby…

By Luca Sartoni

Team Lead at Automattic, WordPress contributor, co-organiser at WordCamp Europe, blogger, photographer, geek, nerd.

7 replies on “Roma per me”

Ma magari fosse stata solo schiuma! 😛
Comunque con questo post rivivo un bel po’ di momenti di quel week-end meglio che se mi mettessi lì a ricordarli uno ad uno, è una sintesi veramente forte

G.

Leave a Reply