Categories
Amici Humor

Gli ultimi saranno i primi

plane
Image by myjavamania on

Nonostante il mio volo per Lamezia Terme fosse in partenza alle ore 15.40, ho deciso di arrivare in anticipo all’aeroporto di almeno un paio di ore, durante le quali ho potuto:

  • Lasciare il telefonino nella macchina del mio amico, non sul sedile dove lui se ne poteva accorgere subito, ma da qualche parte sul tappetino dove chiaramente non se ne sarebbe accorto mai
  • Accorgermi di aver dimenticato il telefono nella macchina e iniziare a correre nervosamente su e giù per l’aeroporto come una gallina senza testa.
  • Ricomporre il mio decoro e cercare una soluzione
  • Ricordare che all’università usavo incidere il numero di telefono del mio miglior amico sui banchi e nei cessi, cosicché a distanza di anni me lo sarei ricordato a memoria se ne avessi avuto bisogno (questa è la motivazione ufficiale…)
  • Implorare ad una serie sconosciuti di poter scroccare loro una telefonata per raggiungere il mio amico
  • Essere evitato peggio dei punkabbestia di via Zamboni da tutti coloro a cui chiedevo una talefonata
  • Trovare l’unico telefono a monete funzionante in tutto l’aeroporto
  • Chiamare il mio amico e farlo tornare indietro
  • Recuperare il telefono
  • Fare una fila lunghissima per il check-in dato che ero l’ultimo
  • Farmi sgridare al varco di sicurezza perchè non avevo estratto il portatile dalla borsa prima di infilarlo nel forno a microonde
  • Arrivare al gate sudato come Stive Ballmer alla convention degli sviluppatori Microsoft e salire allegramente sul pulmino per ultimo
  • Quindi di conseguenza salire sull’aereo per primo, dato che il pulmino non aveva le doppie porte e usava un protocollo LIFO per immagazzinare i viaggiatori.

By Luca Sartoni

Team Lead at Automattic, WordPress contributor, co-organiser at WordCamp Europe, blogger, photographer, geek, nerd.

5 replies on “Gli ultimi saranno i primi”

Leave a Reply