You put me in the right direction

Transmissions

Giornata grigia quella di ieri, ma solo da un punto di vista meteorologico. Appuntamento alle 13.12 alla stazione di Bologna con Mr.Nonsochì, per conto di qualcuno che non si dice (così impara a non attribuire le foto al legittimo proprietario).

Parcheggio selvaggio davanti alla stazione di Bologna e una ventina di minuti d’anticipo per cercare una buona frase d’introduzione in inglese, per un musicista che mi avevano detto essere molto importante.

Ovviamente io, fino al giorno prima, neanche sapevo della sua esistenza. Ma siccome neanche lui sapeva della mia, il nostro ignorarci a vicenda non creava alcun tipo di squilibrio al genere umano.

“Nais tu mit iu mister ciatman” – NO, “Caind tu mit iu mister ciatman” – NO, “aim plisd tu mit iu mr ciatman” – NO.
A parte il fatto che non si chiama “ciatman” ma “ciatham” con l’acca nel mezzo, e poi qualcosa da dire la troverò al momento giusto, d’altra parte trovo qualcosa da dire anche al momento sbagliato, non avrò certo problemi neanche stavolta. Ma soprattutto, come lo riconosco, dato che non l’ho mai visto? Beh lasciamo alla sorte il compito di farci incontrare. Pressappoco sta sui cinquant’anni e fa un concerto chiamato “Guitar Trio”, avrà una benedetta chitarra con se. Altrimenti qualcosa mi invento.

Ed infatti, sull’eurostar proveniente da Napoli, di cinquantenni con la chitarra ce ne era solo uno e con “nais tu mit iu mister ciatham” ho risolto anche la questione dell’approccio. Lui di risposta mi ha chiesto il nome, il cognome, dove abitassi e poi, in macchina, come con tutti gli artisti che ho avuto modo di scarrozzare ultimamente è giunta anche la fatidica domanda: “Quanta gente abita a Ravenna?”.

Che nesso ci sia tra il numero di abitanti di Ravenna e qualsiasi altra cosa nel cosmo mi è tuttora oscuro ma a quanto pare non sei un vero artista se non ti interessi di questo particolare demografico.

Volevo chiedere al signor Chatham se fosse possibile riprendere una parte del backstage, giusto per avere un po’ di materiale per un mio progetto estivo di carattere documentaristico, ma alla fine l’entusiasmo è stato ben accolto e oggi mi ritrovo con un mal di testa da concerto, una decina di foto, più di sei ore di video registrato con due videocamere, una registrazione digitale di tutto l’audio del concerto e un plettro in tasca. Oltre alla disponibilità di Rhis Chatham di poter pubblicare tutto ciò che voglio.

Oggi mister Chatham è stato riaccompagnato alla stazione di Bologna, pronto per un altro Guitar Trio nella notte milanese.

E questa è una piccola preview di quello che è stato e di quello che sarà. Buona visione.

Rhys Chatham – Guitar Trio @ Bronson from Luca Sartoni on Vimeo.

Video disponibile anche su youtube.

Grazie a: Rhys Chatham, Chris, Francesco Giampaoli, Paolo Iocca, Marcella Riccardi, Egle Sommacal, Michele Monti, Olivier Manchion, Angelo “Gelo” Casarrubia.

Published by Luca Sartoni

I lead a team of engineers across three continents at Automattic. I love hiking, photography, and 3D printers.

One thought on “You put me in the right direction

Leave a Reply

%d bloggers like this: