Categories
Amici News

Valentino, Santo o Calamaro?

14 Febbraio 2007

14 Febbraio 2007 – Diagonal Loft Club

I “calamari neri” organizzano feste in nero con gadget ricordo, live, dj set, e proiezioni.
Accoglienza alla porta curata da Mr Richard P. Feynman (il maggiordomo).
I “calamari neri” faranno anche da padrini all’esibizione live dei Comaneci (Andrea Carella, electric guitar, vocals; Jenny Burnazzi, cello e Francesca Amati, vocals, classic guitar). Terzetto piuttosto anomalo i Comaneci emergono prepotentemente e inaspettatamente dal sottobosco dell’autoproduzione nella primavera del 2004, in virtù di un demo omonimo di sorprendente bellezza. Il cantato in inglese della Amati – delicatissimo e un po’ roco, tra Shannon Wright e Chan Marshall – incede sinuoso e sornione, a volte quasi sussurrato, tra sonorità che affondano le radici nella tradizione statunitense (western, country) per approdare alla tessitura di trame tenui e malinconiche, sospese in un’eterea e avvolgente impalpabilità. Suoni rallentati, un folk acustico spesso intriso di tinte scure e ipnotiche che si estrinseca in un mazzo di canzoni – Arthur e Beautiful Strength su tutte – davvero impensabili per una band all’esordio autoprodotto. Tanti i riferimenti stilistici, seppure tangenziali: Mazzy Star, per esempio, o Neko Case, come pure certi Low. Ma in realtà è proprio il risultare niente affatto oleografici che fa dei Comaneci un caso anomalo della scena indie italica, slegato da riferimenti autoctoni e con un potenziale di talento ancora solo intravisto che può solo far ben sperare. E anche dal vivo il gruppo non paga dazio all’inesperienza, riuscendo la Amati a destreggiarsi con scioltezza tra toni bassi e repentine impennate d’acuto, mentre la padronanza tecnica di Carella e Burnazzi cesellano un fine contrappunto.
Divertimento assicurato, per tutti i gusti.

Diagonal Loft Club
Viale Salinatore 101
47100 Forlì

By Luca Sartoni

Team Lead at Automattic, WordPress contributor, co-organiser at WordCamp Europe, blogger, photographer, geek, nerd.

One reply on “Valentino, Santo o Calamaro?”

Leave a Reply